martedì 14 luglio 2020

LE CICLABILI IN RIVIERA MARCHIGIANO-ROMAGNOLA

LE CICLABILI IN RIVIERA MARCHIGIANO-ROMAGNOLA

Il LockDown ha fatto riscoprire a molti il gusto di andare in bici, ma la sicurezza dei ciclisti e delle famiglie a che punto è? Ecco una fotografia aggiornata sulla situazione in Riviera Adriatica, nel tratto con più appeal per il richiamo turistico ricettivo per i vacanzieri: la riviera Romagnolo Marchigiana. Iniziamo con la fascia delle Marche. Partiamo da Civitanova Marche, il Comune ha recentemente inaugurato un nuovo tratto ciclo pedonale con molto verde, palme e ampio spazio per il relax delle famiglie (in fotocopertina servizio realizzato in collaborazione con Deda Carni e Sorio Carni presso il Tigre di Via Verga) a metà del Lungomare Nord. Dalla fine degli anni '90 l'Amministrazione della Giunta di Erminio Marinelli ha dato lo slancio per lo sviluppo delle ciclabili in città. L'impegno è proseguito anche con le successive amministrazioni. Ci spostiamo verso sud e subito riscontriamo la mancanza di collegamento tra la ciclabile del Lungomare sud di Civitanova Marche e la Ciclabile del Lungomare nord di Porto S. Elpidio. Da molti anni si discute di realizzare il ponte ciclabile sul fiume Chienti che separa le due città e le due province ma ad oggi non si è visto nulla. Da Porto S. Elpidio fino a San Benedetto del Tronto non abbiamo riscontrato grossi problemi per la sicurezza dei ciclisti. Verso nord i punti critici sono alla fine della ciclabile dei "Laghetti" di Porto Potenza nord laddove il ciclista è obbligato a rientrare sulla nazionale fino a Porto Recanati, la carreggiata è troppo piccola e lo spazio delimitato dalla linea bianca a destra è troppo stretto, impossibile il rispetto della distanza tra autovetture e ciclista, in particolare per i camion e i TIR. Più a nord, all'ingresso delle varie rotonde di Ancona, il ciclista potrebbe addirittura perdersi per mancanza di segnaletica. Nei prossimi giorni analizzeremo anche la nuova ciclabile recentemente inaugurata dall'Amministrazione Comunale di Fano. Su Pesaro non c'è nulla da dire se non elogiare le varie amministrazioni comunali per la realizzazione della cosiddetta "BiciPolitana" ... la "Metropolitana delle Bici" un "unicum" in tutta Italia e forse anche in Europa. Arriveremo in bici fino a Riccione con una panoramica sull'industria dell'Entertainment Turistico Ricettivo (Hotel, Ristoranti, Stabilimenti Balneari e Discoteche) e la sua ecosostenibilità.

 sopra: al famoso G7 si arriva molto più facilmente e comodamente in BICI
siamo arrivati fino a Riccione ... in DISCO !!


 sopra e sotto: il Comune di RICCIONE è "BICIsostenibile"!!!

sotto:
solo in BICI si possono godere questi momenti: l'alba sulle Aree Protette di Gabicce Mare/Monte (Pesaro confine Romagna)



Nessun commento:

Posta un commento