lunedì 27 luglio 2020

SCOPERTA BANDA TRUFFATORI ON LINE DA POSTE ITALIANE E GUARDIA DI FINANZA

SCOPERTA BANDA TRUFFATORI ON LINE DA POSTE ITALIANE E GUARDIA DI FINANZA

www.TheObservatory.it 27 Luglio 2020 Alle ore 8,20 di questa mattina il Direttore dell'Ufficio Centrale di Poste Italiane a Civitanova Marche ha scoperto una banda di truffatori, ma sarebbe meglio definirli veri e propri ladri di moneta contante, che ultimamente si sono ingegnati per sottrarre da ignari correntisti piccole somme ma con prelievi frequenti e compiuti da varie persone fisiche utilizzando motivazioni per operazioni inesistenti o fittizie in nome e per conto di varie società, tra cui Iliad, Amazon e Fondazione Theleton. Preziosa la Collaborazione del Comando della Guardia di Finanza di Civitanova Marche con l'aiuto del Tenente Dottor Giovanni Calabrese e del Maresciallo Maggiore Aiutante del Comandante Dottor Paolo Di Giamberardino. Tutto è partito da una nostra segnalazione per prelievi sospetti di piccoli importi operati sul conto corrente postale della nostra Testata Giornalistica OSSERVATORIO sulla GIUSTIZIA (in fotocopertina del pezzo).

sabato 18 luglio 2020

Ultim'ora su CIPRIANI: sta benissimo, dopo la febbre Covid a 40 a New York

Ultim'ora su CIPRIANI: sta benissimo, dopo la febbre Covid a 40 a New York

www.TheObservatory.it L'Ultim'ora che tutti ci aspettavamo su una nostra punta di Diamante dell'Imprenditoria Italiana all'estero: Giuseppe Cipriani, terza generazione del Fondatore dell'Harri's Bar Venezia, cioè l'inventore del "Bellini" e del "Carpaccio", sta benissimo, e dopo aver superato brillantemente la gran febbrona a ben 40 gradi (da Covid 19) a New York, si è fatto trovare in splendida forma e puntuale per l'inaugurazione del suo nuovo locale a Riccione "MUSICA Riccione New York". In fotocopertina lo vediamo in camicia bianca e pantaloni bianchi in perfetto Look da White Party intrattenersi nel Privé V.I.P. con bellissime donne ed altri grandi imprenditori del suo settore come l'amico Flavio Briatore (foto sotto) entrambi proprietari di catene di Ristoranti in tutto il Mondo, all'unisono fortemente critici contro il Governo Conte che, a differenza di tutti gli altri Paesi Mondiali, sta ritardando le indennità da LockDown. 
servizio realizzato da GLAMOUR News
per UnioneImprenditori.it
e TheObservatory.it
News collegate

martedì 14 luglio 2020

LE CICLABILI IN RIVIERA MARCHIGIANO-ROMAGNOLA

LE CICLABILI IN RIVIERA MARCHIGIANO-ROMAGNOLA

Il LockDown ha fatto riscoprire a molti il gusto di andare in bici, ma la sicurezza dei ciclisti e delle famiglie a che punto è? Ecco una fotografia aggiornata sulla situazione in Riviera Adriatica, nel tratto con più appeal per il richiamo turistico ricettivo per i vacanzieri: la riviera Romagnolo Marchigiana. Iniziamo con la fascia delle Marche. Partiamo da Civitanova Marche, il Comune ha recentemente inaugurato un nuovo tratto ciclo pedonale con molto verde, palme e ampio spazio per il relax delle famiglie (in fotocopertina servizio realizzato in collaborazione con Deda Carni e Sorio Carni presso il Tigre di Via Verga) a metà del Lungomare Nord. Dalla fine degli anni '90 l'Amministrazione della Giunta di Erminio Marinelli ha dato lo slancio per lo sviluppo delle ciclabili in città. L'impegno è proseguito anche con le successive amministrazioni. Ci spostiamo verso sud e subito riscontriamo la mancanza di collegamento tra la ciclabile del Lungomare sud di Civitanova Marche e la Ciclabile del Lungomare nord di Porto S. Elpidio. Da molti anni si discute di realizzare il ponte ciclabile sul fiume Chienti che separa le due città e le due province ma ad oggi non si è visto nulla. Da Porto S. Elpidio fino a San Benedetto del Tronto non abbiamo riscontrato grossi problemi per la sicurezza dei ciclisti. Verso nord i punti critici sono alla fine della ciclabile dei "Laghetti" di Porto Potenza nord laddove il ciclista è obbligato a rientrare sulla nazionale fino a Porto Recanati, la carreggiata è troppo piccola e lo spazio delimitato dalla linea bianca a destra è troppo stretto, impossibile il rispetto della distanza tra autovetture e ciclista, in particolare per i camion e i TIR. Più a nord, all'ingresso delle varie rotonde di Ancona, il ciclista potrebbe addirittura perdersi per mancanza di segnaletica. Nei prossimi giorni analizzeremo anche la nuova ciclabile recentemente inaugurata dall'Amministrazione Comunale di Fano. Su Pesaro non c'è nulla da dire se non elogiare le varie amministrazioni comunali per la realizzazione della cosiddetta "BiciPolitana" ... la "Metropolitana delle Bici" un "unicum" in tutta Italia e forse anche in Europa. Arriveremo in bici fino a Riccione con una panoramica sull'industria dell'Entertainment Turistico Ricettivo (Hotel, Ristoranti, Stabilimenti Balneari e Discoteche) e la sua ecosostenibilità.

 sopra: al famoso G7 si arriva molto più facilmente e comodamente in BICI
siamo arrivati fino a Riccione ... in DISCO !!


 sopra e sotto: il Comune di RICCIONE è "BICIsostenibile"!!!

sotto:
solo in BICI si possono godere questi momenti: l'alba sulle Aree Protette di Gabicce Mare/Monte (Pesaro confine Romagna)



mercoledì 8 luglio 2020

Gli SPAZZINI BIOLOGICI del Mare ESISTONO

Gli SPAZZINI BIOLOGICI del Mare ESISTONO

www.TheObservatory.it Cronaca Ambientale 8.7.2020 Riviera Adriatica, Area Protetta numero 48 Regione Marche (confine nord Comune di Civitanova Marche). Oggi abbiamo fatto una scoperta biologica marina molto importante circa la LEGGENDARIA esistenza degli "Spazzini naturali dei Fondali Marini" ... ebbene esistono e ve li mostriamo in esclusiva sul nostro canale internet con tanto di foto-video documentazione: sono degli "animalini" molto strani, una via di mezzo tra crostacei e molluschi che attaccano le carcasse di plastica, in questo caso il paraurti di una macchina (presumibilmente una Fiat Tipo) abbandonato sui fondali del mare. La mareggiata di ieri Martedì 7 Luglio 2020 evidentemente lo ha sradicato da chissà quale lontano fondale in Adriatico e lo ha ributtato in spiaggia, con questi strani "animalini" mai visti prima d'ora che si dimenavano per cercare di sopravvivere al di fuori dell'acqua, con una particolarità: avevano una sorta di aspiratore che succhiava la plastica metabolizzandola col proprio organismo. Incredibile! Roba da "Quark" di Piero Angela. Resta però da capire in quanti decenni questi simpatici "molluschi/crostacei" avrebbero potuto smaltire la mole imponente della carcassa dell'autovettura qualora fosse rimasta nelle profondità del nostro Adriatico.


cronache ambientali su www.TheObservatory.it

martedì 30 giugno 2020

OSSERVATORIO GIUSTIZIA: SANSONETTI, UNICO GIORNALISTA DI SINISTRA CHE DIFENDE BERLUSCONI

OSSERVATORIO GIUSTIZIA: SANSONETTI, UNICO GIORNALISTA DI SINISTRA CHE DIFENDE BERLUSCONI

TheObservatory.it Agenzia di Stampa dell'Osservatorio sulla Giustizia. 30.6.2020. Piero Sansonetti è un grande Direttore Responsabile del Giornalismo (con la "G" Maiuscola) ... ma di Sinistra, e anche DICHIARATAMENTE DI SINISTRA! Ciononostante è l'unico Giornalista di sinistra che difende Berlusconi, PERCHE' I FATTI SONO EVIDENTI A CHIUNQUE sulla famigerata persecuzione MEDIATICO-GIUDIZIARIA riservata al "Padrone" delle TV private e dei festini con "nani e ballerine" (come certa sinistra mediatica usava definire l'ambiente della Fininvest degli anni '80). Piero Sansonetti ha BUCATO IL VIDEO della TV nazionale con la sua inchiesta sulle intercettazioni (pubblicate ex post mortem) del Giudice a Latere del Collegio di Cassazione che egli stesso ha definito un "PLOTONE DI ESECUZIONE" contro Berlusconi (stralcio pubblicato su TG2 ore 20,37 del 30.6.2020 sotto). In effetti la condanna per evasione fiscale nei confronti del più grande contribuente in Italia circa i proventi televisivi e cinematografici è alquanto "strana", altri imprenditori avrebbero preferito "delocalizzare" all'estero la propria attività di distribuzione/produzione/irradiazione di prodotti e format multimediali, Berlusconi in quegli anni non lo ha fatto, preferendo mantenere tutte le sedi Fiscali e Amministrative in Italia, e SOSTENERE con i suoi grandi contributi fiscali lo Stato Italiano, per questo andrebbe premiato e non certo condannato per "CAVILLI" (il nostro codice tributario è davvero farraginoso e si può vincere o perdere una causa per motivi assolutamente insostenibili), addirittura facendolo decadere dalla Premiership Governativa e dal Senato della Repubblica Italiana, peraltro sulla base di una Legge (la Severino) RETROATTIVA !! ... "Nullum Crimen Sine Lege" diceva Cicerone, fondatore del nostro Diritto Romano Italiano, cioè "Nessuno può essere condannato per una legge ancora non in vigore". in fotocopertina: Piero Sansonetti al Teatro Annibal Caro (dove arrivò anche Marina Berlusconi per le aspiranti Ballerine alla Scala) con il Presidente dell'Ordine degli Avvocati e l'Ordine dei Giornalisti. fotonotizia Amedeo Recchi Ripani - Giornalista Fotoreporter - Ordine dei Giornalisti di Milano, Direttore dell'Osservatorio sulla Giustizia.


editoriale firmato dal Prof. Amedeo Recchi Ripani
Giornalista giuridico economico
Direttore dell'OSSERVATORIO sulla GIUSTIZIA
(Registro Nazionale della Stampa n° 6894 Roc)
www.OSSERVATORIOsullaGIUSTIZIA.it
già Coadiutore presso la 2^sez.civ.Tribunale di Milano
Professore Emerito (già a Contratto) di Comunicazione Sociale
(L.R. n.75/97 Regione Marche)

martedì 23 giugno 2020

Il Bonus 60% su acquisto Bici troppo complicato da chiedere

Il Bonus 60% su acquisto Bici
troppo complicato da chiedere

www.TheObservatory.it Riviera Adriatica 22.6.2020. Oltre al contributo nazionale per l'acquisto di biciclette per i comuni capoluogo di provincia o con abitanti oltre 50.000 ci sono i contributi regionali adottati da alcuni enti tra cui, ad es. la Regione Marche ( servizio irradiato sul TG3 RAI regionale del 21.6.2020). Ma la procedura è troppo complessa e rischia di essere un flop. Innanzitutto il richiedente si deve dotare della cosiddetta "Firma digitale" che ha un costo annuale di mantenimento, quindi altre spese per la persona fisica e, se anziana, con l'impossibilità di averla per "analfabetismo digitale". Altro punto rilevante a sfavore della procedura della Regione: viene richiesta la fattura anziché il numero dello scontrino semplice. La Regione non tiene conto dell'obbligatorietà dell'emissione della FATTURA ELETTRONICA, quindi il richiedente persona fisica dovrà dotarsi del SOFTWARE GESTIONALE per la fatturazione elettronica, che ha UN ULTERIORE COSTO ANNUALE di cui dovrà sobbarcarsi l'onere (forse inutilmente se la domanda verrà rigettata). OSSERVAZIONI: è apprezzabile il conteggio aggiornato dei fondi disponibili (che alla data di pubblicazione di questo articolo ammontano a Un Milione e quasi 70mila euro vedi scansione sotto) ma se la Regione Marche vorrà davvero rendere fruibile il bonus del rimborso 60% sul max di 500 euro di spesa per l'acquisto di biciclette  sarebbe meglio che modificasse la procedura rendendola operativa con una semplice e.mail allegando la scansione dello scontrino di acquisto e una foto della bicicletta acquistata: molto più semplice, CONCRETO e FUNZIONALE. (in fotocopertina: due belle ragazze sulla ciclabile in Riviera Adriatica)

domenica 21 giugno 2020

STATI GENERALI: QUANTO SONO COSTATI? E QUALI SONO I RISULTATI?

STATI GENERALI: QUANTO SONO COSTATI? E QUALI SONO I RISULTATI?

www.TheObservatory.it Roma. Palazzo Chigi Domenica 21 Giugno 2020. A conclusione dei cosiddetti "Stati Generali" di Villa Pamphili Palazzo Chigi non ha ancora rilasciato una CHIARA comunicazione ufficiale sui COSTI EFFETTIVI e sui CONCRETI RISULTATI (che evidentemente non ci sono) di tale aberrante e lussuoso simposio: UNO SCHIAFFO PESANTE AGLI ITALIANI IN POVERTA' a causa del "Lockdown" disposto dall'attuale Governo. Bene hanno fatto i Leaders di Centro Destra Salvini, Meloni, Berlusconi a non partecipare alla "passerella" rivendicando invece la naturale sede di discussione delle iniziative di Governo: il Parlamento. Il fatto è che il Governo Conte si è incartato con le proprie mani, con un eccesso di "decretite" coma ha chiamato il costituzionalista Aines. Troppi DPCM, troppi "decretini" e subdecretucci attuativi, una montagna di carta e relative procedure "filtranti" che hanno impedito l'arrivo concreto degli 80 miliardi alle Imprese e alle piccole Partite IVA. Confindustria, nell'oretta lasciata a disposizione da Conte, ha richiamato il fatto che le Casse Integrazioni sono state nella stragrande maggioranza dei casi anticipate dagli Industriali senza aver visto neanche UN EURO dall'INPS !! Molte organizzazioni di imprese lamentano di non essere state né convocate e nemmeno consultate attraverso una semplice e.mail o un "messaggino su facebook" da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri (come ci è stato chiaramente descritto dall'UNIONE IMPRENDITORI www.UnioneImprenditori.it). Per gli Albergatori il "Bonus Vacanze" è solo una presa in giro, ma questa posizione la conosciamo solo attraverso i comunicati della rispettiva Organizzazione e non dal "Tavolo" degli "Stati Generali". Le piccole Partite IVA hanno visto l'arrivo (solo in parte) dei bonus 600 euro solo per i mesi di marzo e aprile, ma ormai siamo a fine giugno e del fantomatico PROMESSO terzo bonus relativo al mese di MAGGIO (di 600 euro e/o di 1000 euro per le piccole Partite IVA più in disagio) NON VI E' TRACCIA !! L'INPS dice che per svincolare il terzo bonus agli autonomi occorre il "nulla osta" dell'Agenzia delle Entrate, ma l'accavallamento di competenze tra enti governativi rischia di ritardare ancora di più l'arrivo delle indennità, mettendo definitivamente in crisi e a rischio di sopravvivenza molte Partite IVA
editoriale firmato dal Prof. Amedeo Recchi Ripani
Giornalista giuridico economico
Direttore dell'OSSERVATORIO sulla GIUSTIZIA
(Registro Nazionale della Stampa n° 6894 Roc)
www.OSSERVATORIOsullaGIUSTIZIA.it
già Coadiutore presso la 2^sez.civ.Tribunale di Milano
Professore Emerito (già a Contratto) di Comunicazione Sociale
(L.R. n.75/97 Regione Marche)

giovedì 18 giugno 2020

L'INCIVILTA' AMBIENTALE POSTCOVID il caso AREE PROTETTE

L'INCIVILTA' AMBIENTALE POSTCOVID il caso AREE PROTETTE

www.TheObservatory.it La civiltà ambientale delle persone (e degli Amministratori Pubblici locali) si misura anche attraverso la tutela delle Aree Protette. Il caso delle aree 48 e 49 sul territorio Comunale di Civitanova Marche ne è un esempio lampante. Se l'area "Caronte" (la numero 49) è tenuta molto bene, con tutti i paletti e le corde di delimitazione ben mantenute, la numero 48, cioè quella più importante e citata nel cartello informativo come "la meglio conservata" (???!!!) è lasciata al degrado e all'abusivismo: i paletti di delimitazione divelti e con tanto di capanne abusive costruite dai pescatori (canna da pesca) per ripararsi dalle intemperie o per far divertire i più piccoli calpestando e rovinando l'area nella quale sono depositate anche le uova della specie protetta "Corriere Piccolo". L'Area in questione si chiama "Tre Case" proprio per la presenza di tre strutture abitative collocate all'inizio del territorio che dovrebbe essere protetto, ma di fatto non lo è. Si parte dal ponticello situato davanti l'Eurospin a cui si accede difficilmente ma ben conosciuto dai pescatori che vi arrivano in gran numero anche da fuori provincia. Lo scorso anno, proprio in questo periodo, sono intervenute le Forze dell'Ordine, Capitaneria di Porto e Carabinieri Forestali, per uno sversamento di idrocarburi proveniente dall'area di servizio adiacente il piccolo sottopasso Tre Case, sversamento che ha ucciso i pulcini appena nati del Corriere Piccolo, come avevamo documentato in una dettagliata cronaca ambientale consultabile nel LINK 






sotto: le immancabili bottiglie di plastica



 sopra: CRONACA AMBIENTALE ATTUALE
sotto: immagini dello scorso anno, stesso periodo (giugno 2019)



aggiornamento al servizio: in data 25 giugno 2020 le uova in Area Protetta sono state calpestate e uccise (foto sotto). Il Comune, anche dopo aver protocollato la relativa PEC in data 18.6.2020 (allegata in scansione sotto), avrebbe potuto evitare il danno ambientale risistemando i paletti di delimitazione dell'area e aggiungendo i cartelli informativi (è severamente vietato calpestare le uova protette e i germogli floreali) come del resto specificato IN ROSSO nel cartello dell'area protetta 49 

sopra: le uova del Corriere Piccolo calpestate e uccise
sotto: la PEC del 18.6.2020 al Comune
Link News Collegate:

mercoledì 10 giugno 2020

Giornalisti e Imprenditori UNITI per la RIPARTENZA ECONOMICA

Giornalisti e Imprenditori UNITI per la RIPARTENZA ECONOMICA

Agenzia Giornalistica www.TheObservatory.it 10 Giugno 2020. Dopo la "CARCERAZIONE DOMICILIARE" durata tre mesi fa piacere apprezzare l'Unione di Intenti esercitata a livello interprofessionale tra Imprenditori e Liberi professionisti di varie categorie, in primis i Giornalisti, cioè la prima "trincea" sull'ex "territorio di guerra" a diffondere le buone notizie sugli sforzi dei ristoratori ed esercenti l'intrattenimento turistico/ricettivo. Il caso concreto è dimostrato nella fotocopertina del pezzo: il Dottor Daniele Maria Angelini, Giornalista ed ex Direttore responsabile/Editore di Teleadriatica (Odeon TV, Cinquestelle e Italia 7 Gold), nonché titolare di varie farmacie in Riviera Adriatica e nipote del Fondatore della famosa casa farmaceutica di Ancona, intervista (foto di archivio GLAMOUR News) Lele Mora con al seguito i vari V.I.P. televisivi ospiti dei Locali. Il famoso manager televisivo è recentemente tornato in Riviera Adriatica durante l'inizio della cosiddetta "Fase 3".

venerdì 29 maggio 2020

OSSERVATORIO sulla GIUSTIZIA: L'Italia ha troppi magistrati, troppi avvocati, troppe Leggi ecco perché è "Saltata per Aria L'ANM"

OSSERVATORIO sulla GIUSTIZIA
L'Italia ha troppi magistrati, troppi avvocati, troppe Leggi ecco perché è "Saltata per Aria L'ANM"

Come fondatore e direttore dell'OSSERVATORIO sulla GIUSTIZIA non posso non intervenire sul caso sollevato dal collega Maurizio Belpietro con cui ho aperto la FotoNotizia centrale del pezzo, circa l'ANM saltata per aria dopo il caso intercettazioni/chat per decidere come affondare la figura politica di Salvini "manu giudiziaria" come ai "vecchi tempi" di Tangentopoli. Il "Modus Operandi" lo abbiamo visto con Craxi, con Cirino Pomicino (LINK ) e con molti altri personaggi politici caduti in rovina non per demeriti ma per indagini prive di ogni logica e di "sostenibilità". Negli anni pre-tangentopoli l'Italia cresceva a ritmi di 2 cifre del PIL, oggi, se ci va bene, solo del solito "ZERO VIRGOLA" riepilogato periodicamente dai rilevatori ISTAT. Ma il cancro della Giustizia italiana è un altro: ci sono troppi magistrati, troppi avvocati e troppe Leggi: fino a quando non si deciderà di SFOLTIRE PESANTEMENTE questi numeri insostenibili ci saranno sempre più ritardi, dovuti a gelosie "correntizie" per incarichi, nomine e perfino sulle denominazioni da dare ai "movimenti" e "comitati" per la Giustizia. 
editoriale firmato dal Prof. Amedeo Recchi Ripani
Giornalista giuridico economico
(Master Triennale Ordine Commercialisti Milano 1993 / 1996)
Direttore dell'OSSERVATORIO sulla GIUSTIZIA
(Registro Nazionale della Stampa n° 6894 Roc)
www.OSSERVATORIOsullaGIUSTIZIA.it
Professore Emerito (già a Contratto) di Comunicazione Sociale
(L.R. n.75/97 Regione Marche)

lunedì 25 maggio 2020

la Previsione di Bilancio Europeo 2014/2020 del Semestre di Presidenza Italiana non poteva prevedere il VIRUS

la Previsione di Bilancio Europeo 2014/2020 del Semestre di Presidenza Italiana non poteva prevedere il VIRUS

www.TheObservatory.it Una delle pochissime cose di buono che Renzi ha fatto durante il SEMESTRE EUROPEO di Presidenza del Consiglio Italiana è stata quella di dare "mandato", cioè Alto Patrocinio, alla Guardia di Finanza per analizzare le STRATEGIE di Polizia Economica Finanziaria Europea, quindi anche la stima pluriennale di Previsione del Bilancio Europeo 2014 / 2020.  Attenzione: 2020 COMPRESO !! Ma nessuno, neanche con la consultazione di una "palla di vetro" avrebbe mai potuto prevedere il dramma economico finanziario scatenato dal VIRUS CINESE.
News collegate:


editoriale firmato dal Prof. Amedeo Recchi Ripani
Giornalista giuridico economico
(Master Triennale Ordine Commercialisti Milano 1993 / 1996)
Direttore dell'OSSERVATORIO sulla GIUSTIZIA
(Registro Nazionale della Stampa n° 6894 Roc)
www.OSSERVATORIOsullaGIUSTIZIA.it
Professore Emerito (già a Contratto) di Comunicazione Sociale
(L.R. n.75/97 Regione Marche)

mercoledì 22 aprile 2020

i BONUS 600€ ? solo "BRICIOLE COL CONTAGOCCE"

i BONUS 600€ ?
solo "BRICIOLE COL CONTAGOCCE"

TheObservatory.it Roma 21.4.2020. Sulla famigerata fantomatica scadenza dei tre giorni (dal 15 al 17 aprile) previsti per inoltrare i Bonus di 600 euro agli Autonomi / P.IVA avevamo già scritto dello sforamento avvenuto (vedi Link News sotto) ... ma ora si sta davvero superando ogni limite di sopportazione. Stasera Martedì 21 Aprile 2020 l'Istituto di Previdenza fa sapere con una "Nota Stampa" in richiamo sulla prima pagina del sito ufficiale che avrebbe "preso in pagamento" (cioè?... pagato? ... in previsione di un futuro pagamento? boh) circa 3 milioni e mezzo di domande, su un totale previsto di quasi 9 milioni (8,8 milioni) tra iscritti agli ordini professionali e non iscritti (gli iscritti alla Gestione Separata INPS/2 che hanno inviato la domanda sarebbero circa 4 milioni e mezzo / 5milioni); un altro milione di domande sono in fase "istruttoria". Ma quanti hanno effettivamente ricevuto sul proprio conto corrente la fatidica cifra dei miseri 600 euro? Questo importantissimo e fondamentale dato l'INPS non lo fa sapere. Ad una nostra personale inchiesta/indagine dei 3milioni e mezzo di percettori indicati ben pochi hanno ricevuto il bonus, forse neanche uno su tre. Quindi prima di arrivare agli ipotetici 5 milioni di soggetti interessati (che hanno inviato la domanda) dovranno trascorrere ancora diversi giorni ... e siamo già quasi a FINE APRILE ma stiamo parlando del BONUS di MARZO!! ... e quelli di Aprile e di Maggio quando li daranno ... a Natale e a Capodanno??!!! "Pochi Maledetti e Subito"? Macché, la famosa frase molto pronunciata tra i "colletti bianchi" nella sezione fallimentare del Tribunale di Milano va riscritta così: "Pochissimi, stramaledettissimi, TARDI e col contagocce"!!
AGGIORNAMENTO
Roma, Palazzo Chigi, 1° Maggio 2020.
INDENNITA' CHIUSURE
Conte chiede scusa per il ritardo nei pagamenti. Sarà vero? O è l'ennesima FakeNews Governativa?
Ad esempio, circa i ritardi nei versamenti dei Bonus minimi di 600 euro agli Autonomi, perché Conte non racconta cosa l'INPS si è inventata per evitare il pagamento di tutti i 5 milioni (o almeno i 4,6 milioni "Ufficiali") di Autonomi che hanno inviato la domanda nei tempi e nei modi che la stessa INPS aveva dettato? In effetti, pochi giorni fa, l'Istituto di Previdenza aveva messo in Prima Pagina la "Notizia" (26.4.2020) circa la possibilità di variazione del metodo di pagamento: da Bonifico su IBAN a Bonifico Domiciliato ... e sapete perché ? Bene, l'Istituto di Previdenza INPS, ragionando con mentalità "STATALISTA", tipicamente comunista, ha classificato i piccoli imprenditori autonomi, o Liberi Professionisti in "Gestione Separata", come fossero dipendenti statali ( ad es. un Carabiniere) oppure come dei PENSIONATI, impossibilitati a ricevere il bonus sul proprio conto aziendale ma solo sul conto nominativo. Sono pochi gli autonomi, specialmente i più piccoli e deboli, che possono permettersi il lusso di avere due conti correnti, uno per l'attività imprenditoriale o professionale e un altro "NOMINATIVO" cioè intestato UNICAMENTE al proprio nome e cognome. Forse l'INPS non conosce, o fa finta di non conoscere, il costo annuale di un conto corrente!!!
AGGIORNAMENTO DEL 4.5.2020
SPORTELLI ANCORA CHIUSI NONOSTANTE L'ALLEGGERIMENTO DEL LOCKDOWN
E LA BUROCRAZIA E' ANCORA CARTACEA IN VIOLAZIONE DELLE DISPOSIZIONI SULLA PEC PUBBLICA AMMINISTRAZIONE / CITTADINI


 SOTTO: LA PEC DEL 1° APRILE 2020 INVIATA AL COORDINAMENTO LEGALE NAZIONALE DELL'INPS E AL PREMIER CONTE

Link Precedenti NEWS
editoriale firmato dal Prof. Amedeo Recchi Ripani
Giornalista giuridico economico
Direttore dell'OSSERVATORIO sulla GIUSTIZIA
(Registro Nazionale della Stampa n° 6894 Roc)
www.OSSERVATORIOsullaGIUSTIZIA.it
già Coadiutore presso la 2^sez.civ.Tribunale di Milano
Professore Emerito (già a Contratto) di Comunicazione Sociale
(L.R. n.75/97 Regione Marche)

martedì 21 aprile 2020

REPORT la DIA indaga sulle Fondazioni dell'Ordine di Malta

REPORT la DIA indaga
sulle Fondazioni dell'Ordine di Malta


TheObservatory.it Roma 21 Aprile 2020. La trasmissione di ieri sera 20 Aprile 2020 di REPORT su RAI3 in Prima Serata ha messo in risalto alcuni documenti della Divisione Investigativa Antimafia sulle indagini compiute nei confronti di Fondazioni e associazioni vicine o appartenenti all'Ordine di Malta. Non si tratta della solita inchiesta verso questo o quel partito, ma più in generale di intercettazioni compromettenti riguardanti nomine, fondi, riciclaggio da e per l'isoletta OffShore al centro del Mediterraneo. Ultimamente la fondazione (o una delle varie) dell'Ordine di Malta starebbe gestendo quasi 40 Milioni di Euro tra fondi pubblici e privati per la realizzazione di due discussi Ospedali in Fiera a Milano e a Civitanova Marche







 sopra Guido Bertolaso illustra il progetto per i due ospedali nelle due Fiere di Civitanova MArche e Milano per un totale (ad oggi) di circa 37 Milioni di Euro gestiti dall'Ordine di Malta (sotto)