venerdì 25 maggio 2018

www.TheObservatory.it "Un Palazzo per due"

"Un Palazzo per due" 
www.TheObservatory.it Roma, 25 maggio 2018. A quasi tre mesi dalle elezioni del 4 marzo siamo in dirittura di arrivo per un Governo "mistico" nato tra la "conciliazione forzosa" di due "fedi politiche" tra loro contrapposte, Lega e Cinquestelle. Il Presidente della Repubblica invece di dare il mandato pieno alla coalizione vincente di Centrodestra ha preferito optare per questa a dir poco "stravagante" soluzione. Tanto strana da generare il QUINTO PREMIER TECNICO consecutivo, autentico record ineguagliabile della storia della Repubblica Italiana. Una sorta di "Commissario Ad acta" ... visto anche il suo "ruolo di avvocato degli italiani" ... quasi un precursore della figura di curatore fallimentare delegato a tutelare gli interessi dei dipendenti di un'azienda in crisi che dovrebbero veder tutelati i loro risparmi e i loro diritti. Attendiamo di vedere se questo strano governo riuscirà a stoppare uno dei pericoli più importanti, quello dell'aumento dell'IVA che potrebbe portare al crack definitivo dei consumi e al default di migliaia di imprese e commercianti. Al di là di aleatorie dichiarazioni dei due leader di 5stelle e Lega circa il carattere politico del professor Conte rimane il fatto che questo personaggio, sconosciuto anche al Presidente della Repubblica, non è mai stato eletto e non ha mai preso un voto da nessuno. Per assurdo era molto più politico l'Onorevole Gentiloni, Premier uscente, che è stato più volte eletto in varie tornate Elettorali. Palazzo Chigi dovrà pertanto essere DIVISO in DUE fazioni tra loro evidentemente contrapposte e il Premier incaricato dovrà essere più vicino alla figura di un amministratore condominiale per pacificare i due "coinquilini". (servizio + fotonotizia Palazzo Chigi in copertina: Amedeo Recchi Ripani - giornalista fotoreporter - Ordine dei Giornalisti di Milano)

Corsa al Palazzo
Conte lascia, arriva Cottarelli
Roma, aggiornamento del 27 e 28 maggio 2018. Si aggiunge paradosso a paradosso: la Lega si impunta sul nome concordato con i 5stelle all'economia e salta tutto. Conte rimette il mandato e subito dopo il Capo dello Stato annuncia di aver chiamato Cottarelli, l'ex ministro tecnico alla spending revue. Di più: il leader dei 5stelle dichiara di voler avviare un procedimento di "Impeachment" nei confronti di Mattarella perché, secondo lui, il Presidente della Repubblica sarebbe responsabile di non si sa bene quali gravi reati. A nostro avviso non vi sono responsabilità gravi del Capo dello Stato che al massimo potrebbe essere incolpato di non aver avuto abbastanza coraggio immediatamente dopo il 4 marzo per dare subito il mandato al Centro Destra. In effetti, in ogni paese civile e democratico, la coalizione che vince ottiene l'incarico a formare il Governo, così come avevamo scritto nell'immediatezza degli eventi nel servizio pubblicato il 5 marzo 2018, Link News:

 31 maggio 2018 ... anzi no, DIERTOFRONT :
Cottarelli lascia, torna Conte
... una telenovela da soap opera? no, è la realtà.
La "mossa" conferma il titolo che avevamo dato a questo pezzo: "Un Palazzo per due", con i due Vice Premier Salvini e Di Maio e "l'amministratore condominiale" di Palazzo Chigi, cioè Conte, chiamato a moderare (rectius pacificare) i due coinquilini (con apposito "Ufficio di Conciliazione" interno contemplato nell'accordo stragiudiziale - contratto "governativo").
sotto: Rassegna Stampa dal TG1 del 1 giugno 2018
Salvini, Conte, Di Maio, Giorgetti a Palazzo Chigi
subito dopo il passaggio della campanella
e poco prima della riunione del Consiglio dei Ministri
Aggiornamenti in Rassegna Stampa: tutti i TG di oggi 7 giugno 2018 hanno titolato la promessa del Governo Di Maio / Salvini: "L'IVA non aumenterà"





Nessun commento:

Posta un commento